CURVY IS NOT A CRIME

🇺🇸Yes, I was bulimic, I’m curvy, but I’m not only this!!!!

@bodypositivecatwalk  ❤

CURVY IS NOT A CRIME  

Don’t be afraid of yourself and find your HEALTHY BALANCE💥

We wrote on our skin a very important part of our past or present to prove that WE CAN BE STRONG, undressed to PREJUDICE❤

🇮🇹Abbiamo scritto sulla nostra pelle cosa ci ha segnate nel passato e nel presente per dimostrare che Possiamo essere forti nonostante i pregiudizi, basta “toglierseli di dosso”❤

Come @isabella_lardieri_ che per combattere la leucemia senza sottoporsi a chemio, si sottopone ad una terapia che la fa aumentare tantissimo di peso. @giorgia_bazzoli_yoga che troppe volte si è sentita “non abbastanza”. @kkquiton giovanissima mamma. @veronicaperez_curvy che ha perso oltre 20kg. @lafrivola che ha superato la depressione. @evelynesafaawua che si è fatta strada tra i pregiudizi per tanti tratti “differenti” e finalmente ha trovato la sua strada per creare qualcosa di meraviglioso. @lovecurvy__laurabrioschi (io) che ho sofferto di bulimia ed ho dovuto costruirmi un identita. @fabiana_pastorino , che per quando bella era sempre e comunque fuori dagli standard regolari ed ha sofferto moltissimo per questo.

Rispetto di se stessi, lavorare per essere forti e sane, ma senza odiare il proprio corpo! Amandolo otterremo molti più risultati e la nostra vita sarà MOLTO PIÙ BELLA!🌈

Ognuna delle donne che ha partecipato ha una storia straordinaria e particolare che racconterò presto nella rubrica WONDER WOMAN di lovecurvy.com , intanto se vuoi sbirciare le foto che abbiamo scattato Venerdì per questo BODY POSITIVE PROJECT —> https://lovecurvy.com/laura-brioschi-body-positive-project/

Fotografo @Giuseppe Circhetta

Per candidarti ai prossimi eventi e diventare parte di questo progetto scrivi a LOVECURVYCASTING@gmail.com indicando nell’oggetto: Casting + la tua provincia di residenza!

@fabiana_pastorino @veronicaperez_curvy @lafrivola @evelynesafaawua @aija_barzdina @kkquiton @isabella_lardieri_ @giorgia_bazzoli_yoga .

Mua @lisa_lionello_makeup @claricci

@curvyisnotacrime @the_lovecurvy_bikini @bodypositivecatwalk

Laura Brioschi Body Positive Project ❤️

Venerdì a Milano ho realizzato il mio primo servizio fotografico BODY POSITIVE Project di gruppo ed è stato bellissimo!

Un’altro evento no profit che segue con la stessa energia e potenza la @BodyPositiveCatwalk.

Troppe volte guardando instagram mi sono detta come vorrei che quell’azienda scegliesse me per un’iniziativa dove pelli quasi prive di make-up si mostrano, cosce di diverse dimensioni si scoprono, corpi di diversi colori si abbracciano…okay, dato che questo non succede, anche questa volta, LO REALIZZO IO!

E chissà che qualche brand non scelga questa campagna che unisce molti corpi, molte donne, ma una sola bellezza per promuovere il suo prodotto, così come all’estero hanno già fatto in molti, dalla cosmesi all’abbigliamento!

 

Desidero sempre più coinvolgere e conoscere ragazze sempre diverse con tante storie da raccontare. Questo è solo il primo “Laura Brioschi Project” ed ora con il lancio dei miei costumi @TheLoveCurvyBikini, cercherò di reclutare sempre più ragazze che desiderino far parte di un progetto, di un idea, in ogni taglia, colore, altezza per diventare le LOVE CURVY BIKINI GIRLS!

Se anche tu vuoi metterti in gioco scrivimi a lovecurvycasting@gmail.com e per aggiudicarti uno speciale sconto e l’accesso esclusivo alla Community scrivi a lovecurvybikini@gmail.com

 

Ringrazio tantissimo per la realizzazione di questo progetto il mio fotografo del cuore, il rinomato Giuseppe Circhetta e la Mua Lisa Lionello che ci ha coccolate e rese bellissime insieme alla sua collega Claudia Ricci.

 

Una parte dello shooting l’ho voluta dedicare a ciò che più ha segnato ognuna di noi nella sua vita, scrivendolo su di noi a caratteri netti e distinti come a dire, c’è stato questo (o in alcuni casi c’è), ma nonostante questo “MI SPOGLIO DAI PREGIUDIZI, li lascio cadere via e lontano da me e mi metto in gioco. Prendo in mano la mia vita, sono una donna forte!”

Come dice il mio motto ” Migliorati sempre, ma impara ad apprezzarti” e questo vale per ogni essere umano, in qualsiasi sesso, età, peso. Nel mio caso aggiungo #CURVYISNOTACRIME , perchè bisogna smettere di sentirsi in colpa per avere qualche chilo in più, bisogna prendere consapevolezza e darsi da fare per trovare il proprio SANO EQUILIBRIO.

Siamo noi, semplicemente noi. 

 

Ti racconterò di più di queste straordinarie ragazze nella rubrica WONDER WOMAN, di alcune uoi già leggere eed in fondo all’articolo ci sono i link a tutti i profili instagram ed una breve intro, intanto ecco le nostre foto!

 

 

SEGUICI SU INSTAGRAM!

 

🌈BODY POSITIVE PROJECT shot Friday whit some girls of @bodypositivecatwalk and some new babes! . We wrote on our skin a very important part of our past or present to prove that WE CAN BE STRONG, undressed to PREJUDICE❤ .

🇮🇹Abbiamo scritto sulla nostra pelle cosa ci ha segnati nel passato e nel presente per dimostrare che Possiamo essere forti nonostante i pregiudizi, basta “toglierseli di dosso”❤ Come @isabella_lardieri_ che per combattere la leucemia senza sottoporsi a chemio, si sottopone ad una terapia che la fa aumentare tantissimo di peso. @giorgia_bazzoli_yoga che troppe volte si è sentita “non abbastanza”. @kkquiton giovanissima mamma. @veronicaperez_curvy che ha perso oltre 20kg. @lafrivola che ha superato la depressione. @evelynesafaawua che si è fatta strada tra i pregiudizi per tanti tratti “differenti” e finalmente ha trovato la sua strada per creare qualcosa di meraviglioso. @lovecurvy__laurabrioschi (io) che ho sofferto di bulimia ed ho dovuto costruirmi un identita. @fabiana_pastorino , che per quando bella era sempre e comunque fuori dagli standard regolari ed ha sofferto moltissimo per questo. . Grazie super @giuseppecirchetta per aver supportato questo progetto. @LisaLionello e Claudia per il makeup!

Se vuoi candidarti per i prossimi progetti invia una mail a LOVECURVYCASTING@GMAIL.COM indicando nell’oggetto: CASTING e la tua provincia di appartenenza🌸

 

 

Un grandissimo abbraccio,

Laura

#bodypositivecatwalk by MagnArt

http://www.magnart.it/la-bodypositivecatwalk-a-milano-per-spogliarsi-dai-pregiudizi/

 

La #BODYPOSITIVECATWALK a Milano per spogliarsi dai pregiudizi

By Francesca Ferrara

Durante la Milano Faschion Week, a Milano in Piazza Duomo, si è tenuta la prima edizione della #BODYPOSITIVECATWALK, iniziativa no profit per valorizzare la bellezza del corpo delle donne, di qualsiasi taglia

 

Marzo è il mese di passaggio dall’inverno alla primavera, stagione in cui tutto sboccia, rifiorisce  e ci si spoglia dai pesanti abiti invernali per andare incontro ai più leggeri abiti estivi e costumi da bagno. Marzo è il mese in cui su tutto il territorio italiano inizia il nuovo ciclo di iniziative promosse dai vari comuni in materia di salute, previdenza, difesa e benessere della donna. Si inizia con l’8 Marzo, con la Festa della Donna e si chiude il ciclo lo stesso giorno dell’anno successivo per iniziarne un altro.

Tra tante iniziative a favore delle donne e delle problematiche di salute dell’universo femminile tra cui l’autostima, l’estetica e i disturbi alimentari a Milano, domenica 25 Febbraio, in una fredda giornata di nevischio in Piazza Duomo, si è tenuto il flash mob promosso e ideato da Laura Brioschi.

Laura Brioschi è una curvy model. Ispirata dalle altre iniziative ha lanciato l’appello dal suo account di instagram per una manifestazione no profit, dove ogni ragazza ha indossato il suo personale indumento ed ha calpestato la piazza fiera di rappresentare se stessa ed ispirare altre donne a sentirsi bene nella propria pelle e con il proprio corpo.

L’obiettivo di questa #BodyPositiveCatwalk è stato quello di aiutare tutte le donne a trovare il proprio sano equilibrio. Questo è ancor più necessario nel mondo della moda per non permettere alle continue critiche di farti abbattere, per questo hanno creato una “Battaglia di fiori” unanime contro le ossessioni ed i pregiudizi che possono far male a chiunque, in ogni taglia.

 La #CatWalk a New York come ispirazione

L’evento è stato ispirato prevalentemente da due iniziative: #therealcatwalk svoltasi a New York creata da @khrystyana  ed anche  dall’ “Anti-Victoria’s Secret Fashion Show  delle sorelle Alyse e Lexi Scaffidi, nel New Jersey ad ottobre 2017, in cui molte bellezze diversamente abili hanno sfilato con un sorriso enorme.

Spogliarsi dai pregiudizi in bikini intimo on the road

“CI SIAMO SPOGLIATE DAI PREGIUDIZI” ha detto l’influencer Laura Brioschi, che ha organizzato la #BodyPositiveCatwalk con modelle curvy, modelle regular, acune alcuni delle sue followers e ragazze speciali come Federica, nata senza una mano e Valentina, che fa parte dall’Associazione Italiana Persone Down AIPD.

“La bellezza e composta da diverse sfaccettature e diverse taglie e queste ragazze rappresentano IL CORAGGIO di mettersi in gioco. In ogni taglia, in ogni forma, magre o curvy, altre o basse…WE ARE POWERFULL”, ha detto Laura alle sue followers e colleghe modelle, selezionate tramite il contest “WARRIORS SEARCH” indetto un mese fa nelle sue stories di instagram che giornalmente ripetono il mantra: #curvyisnotacrime

Da seguire su Instagram i seguenti account:

@curvyisnotacrime @lovecurvy_laurabrioschi @bodypositivecatwalk

Veronica Perez sarà la prima Modella Curvy di colore in Italia.

Veronica Perez, la curvy dell’Avana alla Body Positive Catwalk

Buongiorno!

Continuano le storie delle Wonder Woman che hanno partecipato alla Body Positive Catwalk, l’evento no-profit che ho organizzato in piena Milano Fashion Week lo scorso 25.02.18 per dimostrare alle donne che possono sentirsi bene nel proprio corpo e diventare chi desiderano senza farsi ostacolare dal proprio peso.

La bellezza non ha taglie! Non importa se sei alta o bassa, magra o grassa; se ti sentì bella e accetti te stessa imparando ad amarti anche il mondo ti accetterà e ti amerà!

Ho conosciuto Veronica Perez tramite la nostra amica in comune Greta Galassi, la quale ha vinto il titolo di Miss Mondo Italia nel 2015, andando poi a concorrere per il titolo mondiale di Miss World per ben un mese in un isola della Cina, esperienze che segnano la vita. Puoi vedere l’intervista che le feci a Gallipoli cliccando qui —>Greta, che cos’è per te la bellezza?

Torniamo ora alla nostra eroina del giorno, Veronica Perez, la quale con il suo sorriso contagioso e le sue prorompenti curve per 173 cm di altezza, 106 cm di seno, 90 cm di vita e 116 di bacino, la sta per diventare la prima modella Curvy di colore in Italia!

 

<<Mi chiamo Veronica Perez ho 22 anni e sono nata il 25/07/95 a l’Avana, Cuba.

Sono arrivata in Italia all’età di 5 anni e per tutto questo tempo ho fatto un po’ avanti e indietro tra Cuba e l’Italia, anche se già da 6 anni sono fissa a Milano.

La mia vocazione per il mondo della moda e il mio interesse per fare la modella non sono fattori recenti , in effetti risalgono al momento nel quale mi hanno scattato le foto per il Quinceañera (tradizione latinoamericana) ossia quando ho compiuto 15 anni. Ho capito che era quello che volevo fare. Inizialmente essendo piccola il mio interesse per questo mondo era a puro scopo personale e ricreativo. Oggi invece posso dire che non è così, non voglio farlo solo per me stessa, ma per tutte quelle ragazze e donne che soffrono ogni giorno perché non si accettano come sono. Io ho sempre avuto problemi con il peso , anche se la sicurezza in me stessa non mi è mai e dico mai mancata, ma per fare ciò che volevo purtroppo pesavo troppo.

Non sono mai stata magra, ma dal 2012 a circa un anno fa ingrassai circa 30 chili , arrivando a pesare 110 chili. Purtroppo la solitudine di Milano e il fatto di avere tutti i miei cari a Cuba influenzava il mio umore è tendevo a rifugiarmi nel cibo. Pensavo che non sarei mai riuscita a perdere peso, o addirittura ad essere quello che volevo nella vita. Poi mi accorsi che il mondo della moda si stava aprendo alle modelle Curvy e capì di potercela fare.

Ho deciso di perdere peso. Non per diventare modella, ma per me, per la mia salute fisica e mentale. Iniziai a mangiare meglio e muovermi di più, la mia vita cambiò.

Attualmente peso 85 chili, sono soddisfatta, felice con me stessa e finalmente potrò avere la possibilità di fare ciò che mi piace.

Con la BodyPositiveCatwalk mi si è aperto un mondo , non avevo mai partecipato a nulla del genere ma è stata una esperienza che non dimenticherò mai.

Il messaggio era forte e chiaro, la bellezza non ha taglie e non importa se sei alta o bassa, magra o grassa, la tua taglia, smagliature o cellulite, se ti sentì bella e accetti te stessa ed se impari ad amarti, anche il mondo ti accetterà e ti amerà>>

 

Grazie Veronica!

 

Jessica Cortina, tg 38 troppo grassa per fare la modella e lei spacca diventando Jay C Dj 😌

Oggi si racconta per la rubrica WONDER WOMAN Jessica Cortina, aka Jay C, la Dj milanese che ho conosciuto a Mykonos questa estate e che Domenica 25 Febbraio 2018 si è unita alla Body Positive Catwalk per dimostrare che tutte le donne sono belle e non devono farsi ossessionare dal peso per guadagnare il proprio posto nel mondo!

Farmi ossessionare dal peso è proprio quello che ho fatto io molte volte, anche da ben più magra di come sono adesso, pensando che da “grassa” nemmeno volevo provare a fare le cose, prima sarei dimagrita, poi ci sarebbe stato tutto il resto, ho persino rinunciato a lavori per non farmi fotografare come non volevo= non ho ottenuto nulla, ho sprecato del tempo prezioso e rischiavo di autoeliminarmi sia lavorativamente che come individuo!

Invece se prendi coscienza di te puoi tutto, nulla più è impossibile, anche trovare il tuo equilibrio!

Jessica Cortina, la nostra Jay C é un perfetto esempio di consapevolezza: nella sua 38 di taglia per 175 cm di altezza si è sentita chiamare “troppo grassa”. Questo è successo nelle agenzie di Moda per cui qualcosa non andava mai bene, tra cui il suo peso, ma lei é una donna forte e non ha cercato di cambiarsi, ma ha cambiato ciò a cui si dedicava.

Troppa negatività per lavorare come modella? Perfetto mi impegno a diventare Dj, nel caso di Jay C!

E così potremmo fare anche noi, stiamo ricevendo troppa negatività cercando di fare tale cosa? Forse è il caso di spostare le nostre energie su altro, abbattendo i canoni e scoprendo i nostri nuovi orizzonti.

Ho coinvolto Jay C ed altre ragazze skinny perché ci tenevo molto che la Body Positive Catwalk non fosse un evento solo Curvy. Certo in Italia più che mai questo settore ha ancora bisogno di voce, ma non per questo voglio trasmettere che la bellezza è solo formosa.

Per me la bellezza sta nell’equilibrio di ognuno, nell’armonia che riesce a trovare e ricreare nella sua figura, nel fare il massimo per migliorarsi, che sia in ambito formativo, fisico o mentale, ma imparando ad apprezzarsi e rispettarsi senza più cadere vittima di dannose ossessioni e questo vale per uomini e donne in qualsiasi taglia 🌈

Nelle prossime righe Jay C si racconta:

<<Mi chiamo Jessica Cortina, sono di Milano e ho 25 anni.

Mi sono affacciata in giovanissima età al mondo dello spettacolo come modella, ma le mie più grandi passioni sono sempre state la musica e il canto.

Due anni fa ho iniziato a lavorare in discoteca come Dj, per poi entrare a far parte del mondo della produzione musicale in qualità di cantante. Il mio primo singolo, intitolato “Non PreoccuParty”, prodotto da Paolo Ortelli e Dj Matrix, ha dato vita ad un format musicale, che ci vede impegnati ogni fine settimana in svariate discoteche della penisola.

Mi capita spesso di avere rapporti lavorativi con altre ragazze. È una cosa che mi piace tantissimo, in quanto possono nascere grandi idee quando uniamo le forze!

Sono dalla parte e a sostegno delle donne, contro ogni abuso, violenza di qualsiasi genere ed emarginazione.

Sono isritta ad un importante associazione contro la Violenza Sulle Donne e, quando Laura mi ha chiesto di partecipare alla sua bellissima iniziativa #BodyPositiveCatwalk , sono stata felicissima e senza pensare ho risposto “Si”. Uso l’espressione “senza pensare”, perché l’entusiasmo mi ha fatto dimenticare che in questi giorni a Milano c’è un freddo siberiano e spogliarsi all’aperto non è del tutto consigliato 🙂

Ho conosciuto Laura la scorsa estate e credo sia meraviglioso il suo percorso. È un incredibile esempio da seguire: accettare il proprio corpo, esibirlo nonostante non corrisponda agli stereotipi della moda ed arrivare a raggiungere tutti gli obiettivi prefissati, con grandi risultati, riuscendo a trasmettere la propria positività e il proprio “credo” ad altre ragazze, facendole sentire bene, dando loro la possibilità di confrontarsi con altre persone e superando insieme le difficoltà, merita un applauso.

All’età di 18 anni ho deciso di abbandonare definitivamente la moda, perché più di una volta mi sono sentita dire che il mio fisico, troppo muscoloso, non era adatto alle passerelle, che dovevo dimagrire!

La mia altezza é di 1.75 per 56 kg di peso.

Dimagrire avrebbe voluto dire andare incontro all’anoressia!!

Per fortuna ho un carattere molto focoso, sono una ribelle e, all’ennesimo “Non vai bene” ho deciso che la musica sarebbe stato il mio percorso artistico, come in realtà avevo sempre sognato e la moda sarebbe diventata solo un semplice divertimento!

Penso che nel 2018 questi preconcetti debbano cessare di esistere e il modo migliore per far sì che accada, sia fare rumore tutte insieme, come abbiamo fatto in Piazza del Duomo!

Per questo sono stata felicissima di partecipare all’evento e supportare Laura e le ragazze.

Tutte abbiamo dei difetti, nessuna é perfetta e ognuna deve essere libera di vivere come meglio crede, avendo però cura del proprio benessere fisico e della propria salute!

Non importa quante smagliature hai sul tuo corpo, nemmeno se alla gente non piacciono alcuni tuoi particolari fisici, l’importante é Sentirsi bene con sé stessi.

Da una Famosissima Cit. “ABBI CURA DI SPLENDERE. Abbi cura di rendere la tua vita il tuo capolavoro, invece di dedicare tempo a preoccuparti, a prevedere, a parare i colpi, ad adeguarti a quanto già trovi sulla tua strada…Abbi cura di splendere! ” ❤️

Complimenti ancora Laura per l’emozionante giornata e per il messaggio che trasmetti e complimenti a tutte le coraggiose Ragazze!>>

Grazie a te Jay C di esserti messa in gioco ancora una volta!

Un abbraccio enorme!

La modella curvy Dany Rocchi vola a Milano per la Body Positive Catwalk

Dany Rocchi è la modella curvy italo-messicana arrivata a Milano da Parigi, dove ora vive, per partecipare alla Body Positive Catwalk.

“Sono convinta che tutti siamo unici e belli, per questo sono decisa a far parte della rivoluzione internazionale degli stereotipi di bellezza”

Dany Rocchi ha creato e sviluppato la campagna Abrazando mi belleza (abbracciando la mia bellezza) dove ha impartito workshops di make up e amor proprio a donne con disturbi alimentari, sostenuta dalla fondazione messicana Ellen West e le marche di cosmetici ELF, LINE2U e Uskanga kin. Dany ti invita a utilizzare l’hashtag #ihugmybeuty per condividere le tue foto e diffondere l’amore per noi stessi e per gli altri.

 

“No hay nada más bello que creer en tu propia fuerza y en tu propia belleza, acepta y ama tus diferencias, éstas te hacen único y especial, encuéntralas y enamórate de ti”.

“Non c’è niente di più bello che credere nella tua propria forza e nella tua bellezza, accetta e ama le tue differenze, queste ti fanno unico e speciale, trovale e innamorati di te”.

 

Dany Rocchy in Messico è rappresentata dall’agenzia Queta Rojas Modelos, a Parigi da Models.fr ed in Germania da Brigitte Models, la mia stessa agenzia.

Come modella, Dany ha lavorato con brand come Andrea, Pakar, Suburbia, I Love Curvy, Ilusión, Rinna Bruni, Hanes, Privalia, Xtream Power Belt, e altre ancora. Ha partecipato in una stagione a Desafío Fashionista del canale Discovery H&H Latam, valorizzando la donna formosa e con le curve. Ha partecipato in movimenti sull’amor proprio e body positive come Yo soy más que un cuerpo (Io sono più che un corpo)

 

La sua passione per il make up l’ha portata a lavorare con personalità come Belinda, Carla Medina, Abraham Levy e il fotografo di moda Christophe Von Hohenberg. È specializzata in make up artist e trucco sposa.

 

Per la sua esperienza nell’industria, è diventata una Beauty Coach, permettendole di incoraggiare l’amor proprio sia negli uomini che nelle donne. Ha collaborato in progetti digitali con ActitudFem de Excélsior, Claseln di El Universal, Espacio Curvy e attualmente è l’editore dei consigli di bellezza del sito web di Derma, grazie a questo Dany ha partecipato nella nuova stagione del programma No te lo pongas 2018 di Discovery Chanel cambiando il make-up delle partecipanti.

 

 

Dany Rocchi è una donna in continua evoluzione che si impegna attivamente per stare bene con se stessa e far star bene anche gli altri, creando un’onda di energia positiva ed entusiasmo che sono stati essenziali anche alla realizzazione della Body Positive Catwalk, Dany infatti ha da subito deciso di partecipare di sua iniziativa e si è persino spostata a sue spese essendo questo un progetto no-profit.

 

Grazie Dani!

Un abbraccio, Laura

 

 

 

 

Fabiola Cacciatore “dopo l’anoressia mi amo e lavoro come modella curvy”

Fabiola Cacciatore è una collega ed amica, modella curvy italiana con cui lavoro ben otto anni.

Ha accettato con entusiasmo di partecipare al progetto della @BodyPositiveCatwalk quando gliel’ ho accennato per la prima volta un mese fa mentre sfilavamo insieme per Marina Rinaldi, brand che ci riunisce in diverse occasioni come nella giornata antecedente il flash mob presso lo store di Milano.

Fabiola Cacciatore nella sua taglia 46 e con le sue sinuose forme 95, 73, 103rappresenta l’armonia di una donna di 175 cm ben proporzionata, sana e normopeso, eppure come ci racconta nel passato non è stato per nulla facile trovare l’equilibrio:

<<Quando ero piccina(10 anni) ero “l’elefantessa” della classe, nonostante questo ero una bimba felice, ma poi ho iniziato a capire le risate dei bambini, le parole dei grandi, le subrette mezze nude e il perché ai saggi di danza ero sempre in ultima fila ben nascosta.

Quindi ho iniziato a mangiare meno e a fare qualche esercizio (per quello che una bambina di 11 anni può sapere e conoscere) a suon di musica di Alex britti.

Ho perso circa 20 kg in un anno e crescendo ho iniziato a notare che se sei magra sei più apprezzata e meno criticata. Stavo entrando lentamente in una sfera psicologica pericolosa. Colpo di grazia: a 16 anni è arrivata, più spietata che mai l’ANORESSIA e dopo di lei la BULIMIA. Ero una 38/40, ma per le agenzie ero “troppo muscolosa, non esagerare con il nuoto tesoro”, neanche 38 soda andavo bene.

Sono passata da CICCIONA ELEFENTESSA a TROPPO MAGRA a TROPPO MUSCOLOSA, ho capito una cosa, le persone avranno sempre da ridire.

Estate 2006 AMENORREA. Quella che ho creduto la mia nemica numero 1 si è rivelata un urlo di aiuto che mi ha portato a fare cure pesanti e quindi ad appesantirmi. Sfiorando quasi gli 80 kg nel giro di un mese. Così ho iniziato a lasciarmi scivolare addosso le critiche, a svegliarmi prima la mattina, fare attività fisica e mangiare quando voglio, come voglio, con buon senso.

Mai più dirò no ad un dolce se lo voglio, a meno che non ne abbia già mangiato uno prima. So limitarmi, contenermi e soddisfarmi quando voglio.

“La ciccia” mi ha portato a guadagnare i miei primi veri soldi come modella, senza mai scendere a compromessi.

Ho fatto dello sport un lavoro  e sto studiando per realizzare un sogno: essere un esempio di healthy fitness e Curvy Model, trasmettendo che posso essere sana anche senza ricercare la magrezza ossessiva e lavorare come modella curvy anche se ho la passione per l’attività fisica! Forse è anche per questo che sono stata testimonial dell’Acqua Vitasnella. Non ho muscoli da uomo, ma nemmeno il ventre rilassato di chi non si allena. E se esagero a tavola ogni tanto, più esercizio alla prossima seduta 😉

Il giusto equilibrio porta al benessere fisico e mentale.

Sacrificio si, ma compensato da soddisfazione.

Conosco Laura da quasi otto anni e fatemelo dire… Lavorare con lei è sempre un grande onore. L’ho vista crescere e realizzare un vero e proprio sogno: sentirsi bene con se stessi e lasciar parlare, nel bene e nel male, chi ha da dire qualcosa; trasformando le critiche in consigli e i complimenti in sorrisi. ♥️

Domenica mattina abbiamo spalleggiato un evento total curvy che sembrava essere lontano, quasi quanto lo è l’*America* con i numerosi eventi dedicati alle donne #plussize . Non si tratta di W la ciccia bensì W le donne che sanno accettarsi e apprezzarsi! Donne, ma anche uomini perché no?!?! Esistono così tante persone, così tanti corpi, patologie, sconfitte, piccole vittorie e momenti altalenanti nella vita della gente che davvero fanno dire “grazie a me, solo a me”… Quindi grazie @lovecurvy__laurabrioschi per aver portato in Italia questa ondata di #bodypositive

Infine un grazie a tutte le splendide ragazze che hanno partecipato e che, nonostante la temperatura (0 gradi con fiocchi di neve qua e là), hanno avuto il coraggio di mostrare il proprio corpo sorridendo e divertendosi, mostrandosi semplicemente belle e (passatemela) con le cosiddette _______ quadrate!>>

Queste le parole della bella Fabiola Cacciatore.

Non vedo l’ora che tu segua i miei consigli creando una pagina instagram di Curvy Model & Healthy Fitness per supportarti e seguirti sempre più!

Un abbraccioooooooo!

Fabiana Pastorino 184 centimetri di bellezza

Fabiana Pastorino è la prossima WONDER WOMAN di cui vi racconto, che ha partecipato Domenica 25 alla @BodyPositiveCatwalk , non che una delle mie migliori amiche!

Per me lei è il mio “Guru della Positività” e questo non perchè sia sempre felice, ma ci prova ed ha sempre una parola per tirarti su il morale quando pensi che le cose non vadano o che non ce la puoi fare.

E’ decisamente la persona di cui sento il bisogno nella mia vita e con cui ho passato delle splendide avventure, è come se fosse la mia sorellina!

Fabiana Pastorino, 22 anni, di Genova, capelli riccissimi e 184 cm di pura bellezza.

L’ho conosciuta alla prima selezione dell’anno di Miss Italia a Febbraio 2016, la sua energia si era distinta già in quelle poche ore, ma non ci siamo più viste dato che io deciso che non avrei partecipato al concorso per concentrarmi su altro (che è riuscito molto bene) ed era inoltre giusto far partecipare a questo progetto dei volti nuovi che devono farsi conoscere. Infatti a Settembre di quello stesso anno Fabiana Pastorino vinse Miss Italia Curvy e Paola Torrente (altra nostra cara amica che non è potuta essere a Milano per l’evento) è arrivata seconda al titolo Nazionale.

Ci siamo poi ritrovate a Novembre al casting per “Avanti un Altro” dove per qualche motivo stavano pensando di scegliermi come come BONAS e dove lei ha raccontato delle barzellette atroci e bellissime allo stesso tempo.

Da li non l’ho più lasciata, abbiamo persino attraversato l’Italia, insieme all’altra che mi ha seguito anche in questa avventura, Ottavia Caserza – fate un salto a Campomarino al Paradise Beach se vi capita e godetevi questo paradiso!

Veniamo ora a Fabiana Pastorino, alla sua storia ed al perchè è base portante della @bodypositivecatwalk

Ce lo raccontata direttamente lei:

<< Da quando ho 14 anni, sono così come mi vedete ora. 184 cm di ragazza per 72 kg.

Possono non sembrare troppi, eppure durante l’infanzia ed ancora più durante l’adolescenza non mi è stato facile accettarmi e volermi bene.  Mi sono fatta mille problemi sulla mia fisicità, sulla mia altezza, sulla mia pancetta che ho provato ad eliminare in tutti i modi dai più estremi (privandomi del cibo sino a quasi ammalarmi), ai più sani (addominali). Odiavo quella pancia ogni giorno di più. L’estate la passavo in spiaggia – vengo dalla Puglia e tutte le estati andiamo a Campomarino dove mia zia ha lo splendido stabilimento Balneare “Paradise Beach”- e mi vergognavo da morire, anche se ero a casa mi sentivo male. Anno dopo anno passavo le mie estati con le mani conserte a cercare di coprire quella maledetta pancia che le mie coetanee non avevamo. “Non mangerai anche quello”, mi sentivo ripetere. Pensate che al mio primo ragazzo ho impedito per ben due anni di farmi il solletico, guardarmi o toccarmi quella pancia che tanto mi faceva essere diversa da quel modello che tutti chiamano bellezza.

Ho sprecato un sacco di tempo ed ho privato la mia pancina di tante gioie.

L’imput per volermi bene l’ho avuto dopo una delusione d’amore, in quel momento ho deciso di ripartire da me, conoscendo persone meravigliose (come te patata) che mi hanno trasmesso tanta fiducia e amore.

Adesso eccomi qua, Domenica ero in mezzo a delle GUERRIERE esposta agli occhi di una delle piazze più importanti d’Italia, in completo intimo e soprattutto senza braccia conserte a voler nascondere qualcosa!

L’esperienza della @BodyPositiveCatwalk è stata meravigliosa. Tutte le persone che hanno partecipato mi hanno trasmesso un coraggio e una gioia di vivere mai provata prima!

Il mio obbiettivo ad ora è guadagnarmi l’indipendenza, studio per diventare una maestra, sto raggiungendo i primi traguardi su instagram dove sono arrivata a 30K e ogni tanto lavoro come modella curvy, il che mi rende molto felice.

La strada per l’accettazione è lunga e tortuosa, ma si può raggiungere l’equilibrio. Ad oggi non mi privo di niente ed adoro cucinare, ma non mi faccio mai mancare gli allenamenti in palestra con la super Fabiola Cuni, che come potete vedere nelle mie stories, mi fa diventare più forte ogni giorno!>>

Grazie Amor di esserci sempre!!!

   

Federica Curreli, modella senza mano alla #bodypositivecatwalk

https://lovecurvy.com/body-positive-catwalk-duomo-milano/

“Sono una normale ragazza di 17 anni, mi manca solo una mano”

Federica Curreli è la prima WONDER WOMAN di cui vi racconto tra coloro che hanno superato i propri timori per far parte della #BodyPositiveCatwalk!

“Ho perso 20 kg negli ultimi due anni, sono arrivata anche ad essere sottopeso per l’ossessione di dimagrire, ma ora mi sto impegnando a mantenere il giusto equilibrio”.

 

Federica è una giovanissima studentessa di Bra, la cittadina con cui vivo ora insieme a Paolo, il mio compagno. Proprio lui l’ha reclutata per questa iniziativa, in palestra, dove Federica lavora su se stessa ogni giorno. Avevo appena pubblicato il post “ WARRIORS SEARCH” in cui ricercavo delle donne guerriere, forti, con una storia da raccontare e qualcosa di positivo da trasmettere e Paolo mi dice “amore, io una ragazza la conosco”-

Così incontro Federica, davanti ad un bel caffè con Nutella ed alla sua bella mamma e mi faccio raccontare qualcosa di lei:

“Essere senza una mano negli ultimi anni mi ha fatto davvero soffrire, non sostenevo gli sguardi di chi mi guardava male, mi sentivo inadeguata, sbagliata.” 

Mi racconta che il momento peggiore lo ha passato durante la scuola media quando tutti i suoi compagni la evitavano e non creavano nessun tipo di approccio con lei come se fosse contagiosa e aggiunge “sono nata con tutti i valori regolari, ero solamente senza mano”…ride 🤚 😂”il mio problema dicono sia avvenuto già alla terza settimana dovuto a un blocco circolatorio che non ha sviluppato l’arto , ma sono sana come un pesce ed anche forte aggiungerei, con tutta la palestra che faccio ;)”

 

Quando le spiego come si sarebbe svolto il flash mob, ovvero in costume o intimo nero basico mi è sbiancata. Mi confessa “Sono tre anni che non mi metto in costume, mi vergogno del mio corpo. Ho lavorato tanto per ottenere questo corpo, ma i segni del dimagrimento si vedono e non so se me la sento”

 

Devo ammettere che mi ha colpito sentire che una ragazza che era riuscita ad accettare il fatto di avere una sola mano, non accettava le smagliature, ma mi sono ricordata molto in fretta del senso di inadeguatezza che possono dare, quando per tanto tempo ti sei sentita sbagliata per il tuo peso e ci vuole tempo per cambiare punto di vista.

 

Le chiedo allora qual’è stato il momento in cui la sua vita ha avuto una svolta, in cui ha deciso di accettare di essere senza una mano e non soffrire più per gli sguardi altrui “E’ stato un ragazzo a far crescere la fiducia in me, mi ha trattata come una principessa, non importava della mia mano o del mio peso, così ho capito che potevo vedere anche io quel che vedeva lui e poi…leggere il libro di Bebe Vio mi ha cambiato la vita, ora VIVO!”

 

In quello stesso momento il suo sguardo si accende “io voglio fare lo stesso, nel mio piccolo desidero poter aiutare chi si sente in difetto, magari per una mancanza fisica come la mia e dirgli EHI, TU PUOI FARE TUTTO!”

 

Così è stato, Federica ha partecipato alla @BodyPositiveCatwalk ed era bellissima!

Mi confessa di aver pensato di ritirarsi più volte, invece ce l’ha fatta, ha compiuto un’altro passo verso la propria consapevolezza ed io sono enormemente fiera di questa ragazza.

 

“Mi sento fortunata…anche grazie a te che mi hai cercata e hai creduto in me e grazie ai miei genitori che mi hanno sempre sostenuta in tutti i modi…ora la mia autostima sta crescendo sempre di più ❤”

 

Grazie Federica, grazie di aver sorpassato le tue stesse aspettative, sopportato il freddo, affrontato le tue paure, grazie di essere una WONDER WOMAN!

 

Il che mi ricorda molto Wonder, il film che ho visto ieri sera e di cui consiglio la visione a tutti, grandi e bambini.

 

https://lovecurvy.com/body-positive-catwalk-duomo-milano/

 

Seguimi su instagram per altre novità!

@lovecurvy__laurabrioschi

@bodypositivecatwalk

 

Leggi questo altro articolo se vuoi sapere di più su questo nobile evento

–> https://lovecurvy.com/body-positive-catwalk-duomo-milano/

“Ci spogliamo dai pregiudizi” by LaStampa.it

LaStampa.it 28/02/18

http://www.lastampa.it/2018/02/28/multimedia/societa/moda/ci-spogliamo-dai-pregiudizi-modelle-curvy-sfilano-in-piazza-duomo-Xj4RWn5ekDBecaFkGnVFaI/pagina.html

Ci spogliamo dai pregiudizi”,

modelle curvy sfilano in Piazza Duomo

Valentina Rota la bellissima modella con sindrome di Down sfila alla #BodyPositiveCatwalk

Valentina Rota è modella con sindrome di Down

che ha rappresentato l’AIPD alla #BodyPositiveCatwalk.

 

Valentina, 25 anni, è nata con la sindrome di Down e Domenica è stata protagonista insieme alla sottoscritta ed altre venti WARRIORS del Flash Mob @BodyPositiveCatwalk svoltosi in Duomo a Milano. Qui ci siamo “Spogliate dai Pregiudizi”, per dimostrare che tutte le donne, di ogni altezza o taglia possono sentirsi bene nella propria pelle e creare qualcosa di straordinario della propria vita. Questo è quello Valentina fa ogni giorno, lei è la nostra WONDER WOMAN.

 

Ho conosciuto Valentina contattando l’AIPD Associazione Italiana Persone Down con sede a Roma e successivamente la sede di Bergamo. A loro ho presentato il progetto di quello che stavo organizzando per Domenica 25 Febbraio in Piazza Duomo, ovvero raggruppare un gruppo di Donne Guerriere che si mettessero in gioco per dimostrare che la bellezza ha diverse sfaccettature.

Entro poche ore mi hanno fatto sapere che potevano presentarmi la ragazza perfetta, che sarebbe stata la portavoce della loro associazione diventando la modella con sindrome di Down per la @BodyPositiveCatwalk .

 

Si tratta di Valentina Rota, che come mi racconta la sua meravigliosa mamma, Orietta“Già nel pancione era una guerriera”. A 12 settimane Orietta ebbe una minaccia d’aborto che la costrinse a riposo per tutta la gravidanza. Quando Valentina nacque la ricoverarono subito in patologia neonatale a causa di una grave cardiopatia associata alla sindrome di Down.

Restò in ospedale per un mese prima di poterla portare a casa. Venne operata a 4 mesi e rimase in cardiochirurgia un altro mese, così per i primi tre anni di vita.

Sono le patologie mediche correlate alla sindrome di Down il problema, infatti oltre alla cardiopatia Valentina soffre di un deficit immunitario, ipotiroidismo, bronchiti e broncopolmoniti, laringospasmo, problemi ortopedici, visivi e scheletrico-muscolari e proprio a causa di ciò non si è potuta spogliare Domenica in Duomo, il freddo le avrebbe fatto troppo male.

A soli sette mesi inizia con la fisioterapia per contrastare l’ipotonia muscolare e poco dopo con la terapia psicomotricita e logopedica. Oltre alle classiche tecniche di riabilitazione, Orietta, decide di farle frequentare privatamente: acquaticità, musicoterapia, ippoterapia e visti i risultati è stata un’ottima idea!

Infatti noi ora capisco perchè Valentina ha un fisico pazzesco e muscloso, pritica tantissimo sport: nuoto a livello agonistico, judo e danza da ben cinque anni grazie ad una cara amica che l’accoglie nella sua scuola senza problemi.

Il nuoto, iniziato a 11 mesi, resta lo sport per eccellenza. Da tre anni milita nei promozionali della Phb (Polisportiva Handicap Bergamasca Onlus) partecipando al circuito Fisdir (Federazione Italiana Sport Disabili Intellettivi Relazionali) a livello nazionale. Ha partecipato alle Nazionali di Poggibonsi nel 2016, di Portici nel 2017 e quest’anno durante il mese di Maggio sarà a Salerno. Nell’Agosto scorso si è cimentata pure nel nuoto sincronizzato, con la società Bergamo tuffi.

Dal 2006 frequentata i corsi di AIPD Bergamo Onlus finalizzati all’autonomia personale e sociale.  Attualmente frequenta il corso di “Affettività e Sessualità” in coppia con il suo adorato Nicola.

La sua determinazione la caratterizza in ogni ambito tant’è che anche a scuola ottiene risultati ragguardevoli, conseguendo una valutazione di 87/100 agli esami di maturità.

 

Nel corso degli anni, grazie anche agli “Angeli” che ha incontrato sul suo cammino, Valentina ha vissuto esperienze memorabili: un pomeriggio in uno studio fotografico con Samuele Bersani per realizzare la foto che è stata inserita in un ricettario di AIPD Roma allegato a TV Sorrisi e canzoni. Un tirocinio lavorativo presso i giardini del Quirinale e l’incontro con l’allora presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Ha partecipato a tutte le gite scolastiche comprese Londra e Palermo durate 5 giorni l’una. Valentina ha persino fatto affrontare la paura dei luoghi chiusi a sua madre, Orietta, trascinandola nella grotta Europa in Valle Imagna, attraverso un cunicolo strettissimo lungo 17 metri, lei che non prende nemmeno l’ascensore! Ed ora ha fatto anche questo, è stata la modella con sindrome di Down rappresentante dell’AIPD alla #BodyPositiveCatwalk.

 

Non la ferma nessuno quando si prefigge un obiettivo e vive la sua vita con entusiasmo e tenacia.

Valentina è un’autentica maestra di vita per tutti noi e per coloro che l’hanno conosciuta.

 

“Non posso fare altro che amarla e ringraziare il buon Dio per un dono così grande” dice Orietta, mamma di Valentina ed altre due splendide figlie, moglie attenta e donna tutto fare , anch’essa una super eroina!

 

Ringrazio Valentina per la forza avuta Domenica.  Orietta e la famiglia per essere stati presenti ed aver trovato il tempo di incastrare tutti gli impegni.  Anna Contardi, coordinatrice nazionale dell‘Associazione Italiana Persone Down per aver appoggiato il progetto.  Stefania Roncalli, responsabile dell’area educativa AIPD Bergamo, per avermi fatto da tramite con Valentina e l’energia positiva trasmessami.

 

Ora vi lascio ad alcune splendide foto realizzate da Mattia Abbiati durante la nostra Milano Fashion Week.

 

Un grande Abbraccio,

Laura

 

Body Positive Catwalk – 25.02.2018 – Duomo, Milano

Mi chiamo Laura ed ho organizzato la Body Positive Catwalk.

L’ho fatto per realizzare un sogno, un mondo senza pregiudizi e per questo ieri 25.02.2018 in Duomo, a Milano abbiamo realizzato la @bodypositivecatwalk.

Sono ormai otto anni che lavoro come Modella Curvy, ma solo da poco ho imparato a conoscermi davvero e rispettarmi per quello che sono, anche nel mio aspetto fisico ed ora che ce l’ho fatta, desidero che tutte le donne e non solo, si sentano più sicure di se, in grado di farcela in ogni campo, perchè NOI VALIAMO davvero!

Ho organizzato la #BodyPositiveCatwalk per dimostrare alle donne che possono trovare la loro #CONFIDENCE sia in taglia 40, ma anche nella 50 e non solo se alte 180cm, ma anche 150cm!
Domenica 25 Febbraio alle h 13.00 in piazza Duomo circa 25 donne da tutta Italia si sono riunite per partecipare a questo evento e tramettere lo stesso ideale, quello di una bellezza composta da diverse sfaccettature e DIVERSE TAGLIE:
modelle curvy, modelle regular, acune mie Followers che hanno passato la selezione “l’m a warriors” e ragazze speciali come Federica, nata senza una mano e Valentina che fa parte dall’Associazione Italiana Persone Down.
 
Una manifestazione totalmente no profit, dove ogni ragazza ha indossato il suo personale indumento ed ha calpestato la piazza fiera di rappresentare se stessa ed ispirare altre donne a sentirsi bene nella propria pelle.
 

Perchè spogliarsi in Piazza Duomo?

Nude in Piazza Duomo, o meglio con il proprio intimo basico o costume nero, ma perchè svestirsi? Per alcuni può sembrare assurdo, un atto di esibizionismo, di cattivo gusto o ancora antifemminista perchè di nuovo si va a scoprire la donna, ma basta cambiare punto di vista per capire che ci siamo SPOGLIATE DAI PREGIUDIZI. Ci siamo tolte i vestiti e siamo rimaste con ciò che tutti noi, uomini e donne, abbiamo in comune: LA PELLE!

I vestiti possono nascondere la cellulite, i brufoletti, le smagliature e noi non abbiamo nulla da nascondere!

Monde delle ragazze che hanno partecipato alla @bodypositivecatwalk si sono messe in gioco per la prima volta, almeno tre di loro non si mettevano in costume da almeno tre anni e non si erano mai fatte fotografare in costume per vergogna del proprio corpo, vi rendere conto di quanto siano state CORAGGIOSE?

 

Non faceva  troppo freddo per rimanere in mutande in duomo?

Faceva molto freddo ieri, un grado scarso e qualche fiocco di neve, ma la motivazione era più forte!

Il Duomo di Milano era la location giusta perchè riconoscibile in tutto il mondo ed era indispensabile creare la Body Positive Catwalk durante la Milano Fashion Week per un lanciare un messaggio ancora più forte!

Siamo state sfortunate visto che il giorno prima c’erano almeno 10 gradi, ma cambiare data quando tutto è organizzato compresi voli aerei e treni per 30 persone non è fattibile e con lo splendido esempio di #therealcatwalk svoltasi un mese fa a NY mentre nevicava, avevamo quindi la certezza che avremmo potuto farcela.

Le ragazze più cagionevoli si sono ritirate qualche giorno prima, chi si è spogliata era motivata e sicura di quel che faceva!

Dalla taglia 38 alla 58, abbiamo formato un bellissimo team per questa Body Positive Catwalk!

SONO MOLTO ORGOGLIOSA DI VOI RAGAZZE!

I prossimi articoli sono dedicati a presentarvi una ad una le donne  che hanno partecipato a questo evento, ma intanto, per chi si affacciasse per la prima volta al mio profilo vi racconto un po di me.

 

Chi sono, perchè ho creato questo evento?

Da quando ho trovato la consapevolezza di essere liberamente me stessa desidero che sia così anche per gli altri e questo evento è stato un modo per molte ragazze di esserlo!

Come dicevo all’inizio lavoro come modella curvy da circa otto anni, ho iniziato quasi per caso, sai arrivando dal piccolo paese di Pietra Ligure ed essendo sempre stata cicciottella non mi sono mai sognata di fare la modella, invece un giorno un ragazzo che aveva lavorato nella moda mi disse che esistevano le modelle over e che vestivano circa dalla 44 in su.

Sono stata scelta tra 800 ragazze ed entrai così nel mondo plus size/taglie forti/abbigliamento conformato (la parola Curvy non esisteva ancora) quando ero una taglia 46 di 180 cm per 96 di seno, 74 di vita e 112 di fianchi, dovetti perdere 4 centimetri solo di fianchi per ottenere il primo lavoro, non fu facile, ma ci riuscii tra massaggi e ultrasuoni.

Il problema fu quando il campionario divenne 106 cm di fianchi e successivamente 104 cm…questo fattore unito  all’insicurezza ed al fatto che anche io credevo di valere qualcosa solo da più magra e questo mi portò ad ammalarmi.

La Bulimia è una malattia di cui sono stata succube per circa due anni, sino a che prima di una sfilata per cui ero molto in tensione e per cui non mi sentivo all’altezza, mi riempii così tanto di cibo da stare così male, da cercare su internet i danni della bulimia e dopo aver avuto molta paura, decidere che quello non era il futuro che desideravo.

Piuttosto avrei smesso di lavorare come modella, ma quella sera ho deciso che non avrei mai più messo a repentaglio la mia vita per l’idea che solo da più magra sarei stata bella. Avrei preso coscienza di me e di quello che mangiave e ce l’ho fatta!

Quando mi scelsero ero felicissima di essere diventata modella curvy, ma li per li non mi ha “cambiato la vita”, perchè ancora mi sentivo inadeguata, aver dovuto perdere peso per entrare in un marchio taglie forti non ha certo aumentato la mia autostima.

Il mio rapporto con gli uomini è sempre stato un pò nocivo, per intenderci sono stata lasciata dopo circa due anni di relazione perchè non ero più attraente avendo preso 10 kg (e pesando meno di adesso).

Li per li ha fatto molto male, ma da li ho scoperto che quello non era amore e che non avrei mai più permesso a nessuno, nemmeno a me stessa di mancarmi di rispetto.

Da quel giorno furono ancora molte le avventure verso la consapevolezza, ma ho iniziato a capire chi ero e chi volevo essere e man mano che lo apprendevo volevo trasmettere agli altri l’energia che questo crea!

 

Oggi sono una donna di 180 cm, 104 di seno, 78 di vita, 116 di fianchi, quando più quando meno e sono felice.

 

Felice di aver raggiunto la pace interiore, di lavorare su me stessa per MIGLIORAMI senza ossessioni che rovinano la vita.

Seguendo il mio motto:

“Migliorati, ma impara ad apprezzati #CURVYISNOTACRIME “

 

Instagram mi ha cambiato la vita!

Vedere donne di tutto il mondo anche più formose di me stare bene con se stessemi ha fatto cambiare punto di vista e riflettere al perchè io non riuscivo a sentirmi altrettanto bene. Mi vergognavo del mio ombelico, braccia, ginocchia, sedere, coscie, quando invece sono tanto fortunata ad avere tutto funzionante, devo solo prendermene cura!

Questo blog l’ho aperto nell’estate 2014 sempre su consiglio di un amico, ma credendoci poco, chi mai sarebbe stato interessato alla mia vita? Avrei pubblicato abbastanza spesso? Io che la costanza non so cosa sia e che di rado ho portato a termine qualcosa? Per un paio di anni non è stato così, ma poi quella cosa è diventa parte di me…e sono diventata anche costante!

Ad ogni modo instagram è la rivoluzione, il mezzo tramite cui puoi raggiungere persone in tutto il mondo e strappargli un sorriso.

Dopo le prime foto di outfit adatti alle ragazze come me non tardarono ad arrivare i primi messaggi di ragazze che si complimentavano e mi ringraziavano per quello che stavo facendo. Questo mi ha fatto capire che stavo facendo qualcosa di buono e che per dieci insulti che avrei potuto ricevere, un solo messaggio di ringraziamenti per una vita un pelino migliorata da un pò di positività che ero riuscita a trasmettere, mi avrebbe fatto continuare all’infinito, felice e fiera!

Il 1 Gennaio 2016 avevo 5k, il 1 Gennaio 2017 50k. Pochi giorni dopo ho annunciato l’uscita dei miei bikini ed è stato un mega boom da 50k a 100k in meno di un mese anche se la produzione poi è fallita, ma vi anticipo che ce la sto facendo ed a breve saranno pronti. Da li tra un progetto e l’altro sono riuscita ad arrivare ai 300k e per me è una grande soddisfazione perchè leggere giorno dopo giorno ancor più di quei messaggi di vite sfiorate dalla mia, wow, mi riempie di gioia!

 

Cosa mi ha dato l’energia per creare la Body Positive Catwalk?

Circa 30 giorni fa, ovviamente su instagram, ho visto il post di @khrystyana che a partecipato e co-organizzato al grandioso evento #therealcatwalk in Time Square a New York.

Vedere che una modella curvy come potevo essere io e non con milioni di followers come Ashley e quindi tantissime possibilità ed agganci, ma una che le opportunità se le deve creare, mi ha dato la forza!

La sera stessa ho organizzato il contest “I’M A WARRIORS” per le mie followers e li è inizata la giostra.

Ho pensato di mollare più volte, quando mi hanno detto che forse non avevo tutti i permessi, quando mi hanno chiesto se non volevo sponsor, quando hanno previsto il gelo assoluto.

Alcuni giorni ho avuto paura, paura di me stessa, paura che avrei mollato, che avrei fatto in modo che non succedesse ed invece, nonostante le crisi di pianto, i mal di schiena atroci da letture di mail infinite di candidate e tutto il resto ho portato a termine quello che attualmente è l’evento più importante della mia vita.

Ci sono riuscita!!!!!

Porca paletta io non so come spiegarlo, ma se anche ci fossero state due persone sole a vedere la Body Positive Catwalk, invece delle centinaia radunatesi, la soddisfazione più grande sarebbe stata AVERLO FATTO. 

Tutto questo è stato possibile anche grazie al mio super compagno Paolo Patria che mi ha sopportato e supportato, a mio papà che mi ha chiamata tutti i giorni (come sempre) e sentito tutte le mie crisi (come sempre), a Mamma e Doddo che con discrezione ci sono sempre e più che mai grazie alle ragazze che hanno partecipato, anche quelle che più temevano il freddo, anche quelle che ancora erano un po timorose di mostrare il proprio fisico, grazie a voi ed alla vostra ENERGIA POSITIVA se abbiamo realizzato la Body Positive Catwalk!

 

GRAZIE!

@Mattia_Abbiati che si è fatto in quattro per esserci e scattare le foto ufficiali dell’evento.

@Gabriele.Depaoli per le riprese video

@Beautifulcurvy.com , Marianna e Simona del Curvy Pride che ha sostenuto il progetto da distante ed anche tutte le persone che avrebbero tanto voluto esserci, ma non anno potuto per motivi imprescindibili! GRAZIE!

Di seguito tutti i nomi delle ragazze che potete trovare su Instagram!

 @fabiana_pastorino (miss italia curvy 2016)

@federicacurreli_ (bellissima ragazza nata con una mano sola)

@aba_official (bravissima cantante finalista di X factor)

@fabiola_cacciatore (modella curvy)

@ottaviacaserza (bellezza tg 40 che è stata anche sottopeso ed ora si impegna per tenere il giusto equilibrio)

@jessicacortina_ (giovanissima dj tg 38, perché le donne sono belle sempre! Sia in taglia 38 naturale che più grande! Non diventiamo discriminanti in altri sensi 🙈)

@lafrivola (ha partecipato al programma che ho condotto su La7 “il bello delle curve”

@dany_rocchi (modella curvy Italo messicana che vive a Parigi ed è venuta si qui per partecipare a questo evento!)

@veronicaperez_curvy (giovane e bellissima cubana che credo diventera presto una modella curvy)

@rosangela_olivieri (statuaria donna conosciuta durante gli scatti del calendario beautifulcurvy 2016)

@giulietta_a_a (giovanissima e sensibilissima follower che si è messa in gioco alla grande per essere qui oggi, non si era mai scattata una foto in costume!)

@stellagrimaldi14 (essere normopeso non sempre significa amarsi a prescindere, ma dopo ieri di sicuro di più!)

@rosysorvillo (fotografa napoletana che è passata dall’altra parte dell’obbiettivo)

@arianna.giunta (una ligure piena di energie)

@virginia_palmieri_98 (la nostra giocatrice di calcio!)

@blondy2595 (un passato difficile e finalmente l’accettazione di se)

@_asiacrescentinii_ (la prima ad essersi candidata al contest “i’m A warriors 💕”

@hilaryilaria_official questa ragazza è tutta da scoprire!

@lavi.mua avete visto che viso?

@noemiviaggi (il sorriso che aveva nelle foto che mi ha mandato per essere selezionata mi hanno stregata!)

 

Se vorresti metterti in gioco, puoi mandarmi la tua candidatura per futuri progetti Body Positive alla mail lovecurvystaff@gmail.com!

 

 

Un enorme abbraccio

@lovecurvy__laurabrioschi

 

 

MILANO, IN INTIMO IN PIAZZA DUOMO by Deejay.it

Deejay.it 26/02/2018 Original Font

https://www.deejay.it/news/milano-in-intimo-in-piazza-duomo-le-curvy-sfidano-la-fashion-week/553439/

MILANO, IN INTIMO IN PIAZZA DUOMO: LE CURVY SFIDANO LA FASHION WEEK

Laura Brioschi, 27 anni, taglia 48, dal 2009 fa la modella curvy. Per lei essere curvy significa “Armonia, orgoglio e benessere. Non dev’essere un eccesso estremo di peso, ma qualcosa che addolcisce, come una carezza”. Laura ha aperto un blog Love Curvy by Laura Brioschi, in cui parla di Make-up, cibo e cosmetica, rivolgendosi alle che ragazze che, come lei, non rientrano nei canoni rigidi della civiltà social, che “sono belle e a volte lo dimenticano, che combattono con il peso da una vita” scrive lei nel suo sito.Leggi anche: “La modella curvy Tabria Majors sfida Victoria’s Secret: “Anche le ragazze formose possono spaccare”

Ieri, in occasione dell’ultima giornata della Fashion Week, in Piazza Duomo a Milano, la modella curvy ha organizzato il flashmod Body Positive Catwalk. Una sfilata – andata in scena anche a New York lo scorso dicembre – per celebrare le donne non rappresentate nelle passerelle. “In Italia le modelle curvy non fanno parte di nessuna sfilata ufficiale” ha scritto Laura Brioschi su Instagram.

Una manifestazione che ha unito tante tipologie di ragazze che, incuranti delle gelide temperature, si sono tolte i vestiti e si sono mostrate in intimo in pubblico. Su Instagram Laura scrive “Faceva freddo, tantissimo, ma la motivazione è stata più forte della neve!”

Laura, che in passato ha sofferto di disturbi alimentari, ora vuole aiutare le altre ragazze, nel suo blog scrive: “Mi rivolgo a te che sei una taglia 42 e ti vedi un po’ di pancetta e di fianchetti: indossa quella gonna a tubino e pensa a sorridere! Scrivo a te che sei una taglia 50 e non ti vuoi vestire da “sciura”, ma ti vuoi sentire sexy, rock, chic, divertente e vuoi trasmettere tutto questo“.