#bodypositivecatwalk by MagnArt

http://www.magnart.it/la-bodypositivecatwalk-a-milano-per-spogliarsi-dai-pregiudizi/

 

La #BODYPOSITIVECATWALK a Milano per spogliarsi dai pregiudizi

By Francesca Ferrara

Durante la Milano Faschion Week, a Milano in Piazza Duomo, si è tenuta la prima edizione della #BODYPOSITIVECATWALK, iniziativa no profit per valorizzare la bellezza del corpo delle donne, di qualsiasi taglia

 

Marzo è il mese di passaggio dall’inverno alla primavera, stagione in cui tutto sboccia, rifiorisce  e ci si spoglia dai pesanti abiti invernali per andare incontro ai più leggeri abiti estivi e costumi da bagno. Marzo è il mese in cui su tutto il territorio italiano inizia il nuovo ciclo di iniziative promosse dai vari comuni in materia di salute, previdenza, difesa e benessere della donna. Si inizia con l’8 Marzo, con la Festa della Donna e si chiude il ciclo lo stesso giorno dell’anno successivo per iniziarne un altro.

Tra tante iniziative a favore delle donne e delle problematiche di salute dell’universo femminile tra cui l’autostima, l’estetica e i disturbi alimentari a Milano, domenica 25 Febbraio, in una fredda giornata di nevischio in Piazza Duomo, si è tenuto il flash mob promosso e ideato da Laura Brioschi.

Laura Brioschi è una curvy model. Ispirata dalle altre iniziative ha lanciato l’appello dal suo account di instagram per una manifestazione no profit, dove ogni ragazza ha indossato il suo personale indumento ed ha calpestato la piazza fiera di rappresentare se stessa ed ispirare altre donne a sentirsi bene nella propria pelle e con il proprio corpo.

L’obiettivo di questa #BodyPositiveCatwalk è stato quello di aiutare tutte le donne a trovare il proprio sano equilibrio. Questo è ancor più necessario nel mondo della moda per non permettere alle continue critiche di farti abbattere, per questo hanno creato una “Battaglia di fiori” unanime contro le ossessioni ed i pregiudizi che possono far male a chiunque, in ogni taglia.

 La #CatWalk a New York come ispirazione

L’evento è stato ispirato prevalentemente da due iniziative: #therealcatwalk svoltasi a New York creata da @khrystyana  ed anche  dall’ “Anti-Victoria’s Secret Fashion Show  delle sorelle Alyse e Lexi Scaffidi, nel New Jersey ad ottobre 2017, in cui molte bellezze diversamente abili hanno sfilato con un sorriso enorme.

Spogliarsi dai pregiudizi in bikini intimo on the road

“CI SIAMO SPOGLIATE DAI PREGIUDIZI” ha detto l’influencer Laura Brioschi, che ha organizzato la #BodyPositiveCatwalk con modelle curvy, modelle regular, acune alcuni delle sue followers e ragazze speciali come Federica, nata senza una mano e Valentina, che fa parte dall’Associazione Italiana Persone Down AIPD.

“La bellezza e composta da diverse sfaccettature e diverse taglie e queste ragazze rappresentano IL CORAGGIO di mettersi in gioco. In ogni taglia, in ogni forma, magre o curvy, altre o basse…WE ARE POWERFULL”, ha detto Laura alle sue followers e colleghe modelle, selezionate tramite il contest “WARRIORS SEARCH” indetto un mese fa nelle sue stories di instagram che giornalmente ripetono il mantra: #curvyisnotacrime

Da seguire su Instagram i seguenti account:

@curvyisnotacrime @lovecurvy_laurabrioschi @bodypositivecatwalk

Le curvy in intimo in Duomo by LiveSicilia.it

LiveSicilia.it condivide l’evento di Laura Brioschi

http://livesicilia.it/2018/02/28/le-curvy-in-intimo-in-piazza-duomo_936811/

IL FLASHMOB

Le curvy in intimo
in piazza Duomo

di 
Body Positive Catwalk, curvy, duomo, duomo milano, flashmob, intimo, laura brioschi, milano, Milano Fashion Week, moda, modelle, modelle curvy, passerelle, settimana moda milano
Si chiama Laura Brioschi, ha 27 anni e qualche giorno fa ha guidato il “plotone” composto da 25 modelle curvy che – incuranti del gelo – hanno sfilato in intimo davanti al Duomo di Milano nell’ambito di un flashmob ribattezzato “Body Positive Catwalk”.

L’iniziativa è stata lanciata appositamente durante la Settimana della Moda milanese con lo scopo di celebrare le donne che, non rientrando nelle misure standard, vengono escluse dalle passerelle.

“Ho ideato questo evento – spiega Laura Brioschi su Instagram – per abbattere le etichette, unendo modelle a donne normali, ragazze alte a basse, magre a meno magre e per me SIAMO TUTTE BELLISSIME e spero che daremo il coraggio a chi si sente inadeguato, di trovare la propria #CONFIDENCE e cambiare la sua vita! Ognuna di queste 25 donne ha una storia straordinaria”.

“Saranno almeno 3 anni – scrive ancora – che penso che potrei provare a fare qualcosa per l’accettazione di se durante la fashion week, quando in Italia le modelle curvy non fanno parte di nessuna sfilata ufficiale. Ho pensato a parate, interviste ai passanti e molto altro e finalmente, circa 30 giorni fa, mi sono detta: POSSO FARLO, posso ricreare questo anche in Italia, dove se solo hai un buco di cellulite (magra o grassa che tu sia) sei fuori dai giochi..ed invece eccoci qua a Metterci in gioco come non mai!”.

“Oggi abbiamo scelto di ‘spogliarci’ dai pregiudizi – prosegue – Siamo donne diverse per taglia, altezza e tanto altro. Faceva freddo, tantissimo, ma la motivazione è stata più forte della neve!!!!!”.

Laura Brioschi, che in passato ha sofferto di disturbi alimentari, fa la modella curvy dal 2009 e ha aperto un blog “Love Curvy by Laura Brioschi” in cui parla di make-up, alimentazione e cosmetica rivolgendosi alle ragazze che “sono belle e a volte lo dimenticano, che combattono con il peso da una vita”.

“Ci spogliamo dai pregiudizi” by LaStampa.it

LaStampa.it 28/02/18

http://www.lastampa.it/2018/02/28/multimedia/societa/moda/ci-spogliamo-dai-pregiudizi-modelle-curvy-sfilano-in-piazza-duomo-Xj4RWn5ekDBecaFkGnVFaI/pagina.html

Ci spogliamo dai pregiudizi”,

modelle curvy sfilano in Piazza Duomo

MILANO, IN INTIMO IN PIAZZA DUOMO by Deejay.it

Deejay.it 26/02/2018 Original Font

https://www.deejay.it/news/milano-in-intimo-in-piazza-duomo-le-curvy-sfidano-la-fashion-week/553439/

MILANO, IN INTIMO IN PIAZZA DUOMO: LE CURVY SFIDANO LA FASHION WEEK

Laura Brioschi, 27 anni, taglia 48, dal 2009 fa la modella curvy. Per lei essere curvy significa “Armonia, orgoglio e benessere. Non dev’essere un eccesso estremo di peso, ma qualcosa che addolcisce, come una carezza”. Laura ha aperto un blog Love Curvy by Laura Brioschi, in cui parla di Make-up, cibo e cosmetica, rivolgendosi alle che ragazze che, come lei, non rientrano nei canoni rigidi della civiltà social, che “sono belle e a volte lo dimenticano, che combattono con il peso da una vita” scrive lei nel suo sito.Leggi anche: “La modella curvy Tabria Majors sfida Victoria’s Secret: “Anche le ragazze formose possono spaccare”

Ieri, in occasione dell’ultima giornata della Fashion Week, in Piazza Duomo a Milano, la modella curvy ha organizzato il flashmod Body Positive Catwalk. Una sfilata – andata in scena anche a New York lo scorso dicembre – per celebrare le donne non rappresentate nelle passerelle. “In Italia le modelle curvy non fanno parte di nessuna sfilata ufficiale” ha scritto Laura Brioschi su Instagram.

Una manifestazione che ha unito tante tipologie di ragazze che, incuranti delle gelide temperature, si sono tolte i vestiti e si sono mostrate in intimo in pubblico. Su Instagram Laura scrive “Faceva freddo, tantissimo, ma la motivazione è stata più forte della neve!”

Laura, che in passato ha sofferto di disturbi alimentari, ora vuole aiutare le altre ragazze, nel suo blog scrive: “Mi rivolgo a te che sei una taglia 42 e ti vedi un po’ di pancetta e di fianchetti: indossa quella gonna a tubino e pensa a sorridere! Scrivo a te che sei una taglia 50 e non ti vuoi vestire da “sciura”, ma ti vuoi sentire sexy, rock, chic, divertente e vuoi trasmettere tutto questo“.

Quella volta che ho condotto Miss Mondo Italia insieme ad Enzo Iacchetti!

     

 

Miss Mondo Italia contro i disturbi alimentari.

 

Sei avvicina il 10 Dicembre, una data molto importante perché ci sarà la tappa di Miss Mondo Italia per l’Emilia Romagna a Bologna, sostenuta da CNA e FANEP, associazione no profit che si occupa di disturbi alimentari.

 

Del resto Miss World ha sempre uno sguardo attendo nel sociale ed io sono davvero fiera di essere la Madrina di questo evento!

Certo a Miss Mondo Italia si valuta la bellezza, una bellezza che sia in grado di confrontarsi con tutte le altre nazioni del mondo in oltre un mese di “competizioni”. La bellezza che cerchiamo è armonia, eleganza, carattere, una ragazza completa, non solo bella esteticamente, ma bella nella sua totalità!!!!

 

Tra le vincitrici degli anni passati ho avuto il piacere di conoscere Alice Taticchi, che mi ha stregata con la sua energia, Claudia Russo, Silvia Cataldi, Greta Galassi, Giada Tropea.  Quest’anno Conny Notarstefano ha tenuto alta la fascia di Miss Mondo Italia 2017 ed anche quella della Ginnastica Ritmica Italiana, essendo lei un talento del nastro.

 

E’ noto che in certi concorsi di bellezza, purtoppo anche prestigiosi, la magrezza sia associata a bellezza. Mi sono giunte testimonianze di ragazze che hanno perso sino a sette chili in sette giorni per lo stress e la poca attenzione da parte dell’organizzazione alla nutrizione. Ragazze già magre, arrivate ai limiti dell’anoressia. Una di queste era un’atleta olimpica e non ha potuto allenarsi per mesi, sino a che non è tornata nel suo peso forma sufficiente per avere ossa e muscoli forti! Questo non deve capitare, mai.

Stai pur certa che se parteciperai a Miss Mondo Italia sarà difficile dimagrire! Adoro infatti che colazioni, pranzo e cena siano sempre abbondanti e con tanto di dolcetti, vedere come tutte le ragazze si gustano questo momento senza timori è bellissimo!

 

Per questo Domenica l’associazione onlus contro i disturbi alimentari FANEP sarà accanto alla selezione di Miss Mondo Italia Emilia Romagna e non mancherò certo io, che da due anni porto un pò di morbidezza in quel di Gallipoli durante la finale 😉

 

Quella volta che…ho condotto Miss Mondo Italia insieme ad Enzo Iacchetti!

 

Ma ancora non ti ho raccontato della grande emozione di salire su un palco e condurre la serata di Miss Mondo Italia nella finalissima di Gallipoli lo scorso 11 Giugno, per di più insieme ad un grande della tv Italiana quale Enzo Iacchetti!!!

WOW!!!!

È stata un’esperienza memorabile che è andata perfettamente a braccetto con quella che era in corso in quei giorni di Giugno in cui presentavo “Il bello delle Curve” accanto a Luca Calvani su LA7d.

Che dire, una primavera davvero fiorente!

 

Sul palco di Miss Mondo Italia oltre alle 50 finaliste abbiamo avuto ospiti fantastici: da Max Cavallari dei Fichi d’India all’artista internazionale del Cirque du Soleil, Andreanne Thiboutot. E poi ancora l’attore Giorgio Pasotti, il giornalista Alessandro Cecchi Paone, la neonata band de “Le Deva” e l’inviato di Striscia La Notizia Luca Abete che ha decisamente stravolto il nostro soggiorno grazie alla sua campagna #NON CI FERMA NESSUNO.

 

Fu così che una mattina annunciarono una conferenza…e solo la parola conferenza mette sonno, c’è poco da fare! Beh…quel ragazzo ha sconvolto la mia mattina, quando mezza abbioccata, un po’ cinica verso il mondo e con la luna un storta mi ritrovo in lacrime dopo 10 minuti per il racconto umile di una storia difficile, umana, di tentativi e di sogni, porte in faccia e scale in salita, che però da qualche parte portano. In chiusura quel video… arrivare alla fine di una gara può essere più importante che vincerla, uhhh vabbè mi vengono ancora i singhiozzi!

Ad ogni modo un’incontro straordinario!

 

Come quello con la famiglia di Miss Mondo Italia.

Ho conosciuto questa organizzazione due anni fa e sono molto affezionata a questo concorso. Un grazie va al fotografo Marco Perulli che mi ha proposta a Rosaria ed Antonio come canta storie delle pillole web che vanno in onda durante i 14 giorni della finale.

——> clicca qui per guardare i video

Erano molto entusiasti di avere una modella curvy in questo ruolo, che trasmettesse positività ed armonia anche non rappresentando i classici canoni da concorso di bellezza.

So che per qualcuno la mia presenza non sarà comunque abbastanza, perché vorrebbero un concorso che accetti chiunque senza limiti di taglia etc etc, ma questo è già un grande passo avanti!

Devo dire che solo scendere a far colazione la mattina al Caroli hotel è veramente un buon inizio di giornata e non solo per i pasticciotti caldi (tipico dolce pugliese di crema e frolla), ma anche per tutta la bellezza e giovinezza che ti circonda!

 

Ecco come si svolgono queste le 14 giornate di semifinale a Gallipoli:

—–> cliccaqui per guardare i video

 

Le 150 Miss arrivano da tutta Italia e sono sistemate al Bellavista Caroli hotel.

In soli due giorni dovranno arrivare ad essere 50 per permettere poi ai giurati di conoscere meglio le qualità di ognuna delle aspiranti Reginette.

Per rendere ciò possibile vi sarà il passaggio giuria, dove sfileranno e si presenteranno una alla volta.

Dopo una sontuosa cena di gala al eco-resort “le Sirenè” di Gallipoli in cui le ragazze sfileranno in abito da sera i giudici avranno raccolto le informazioni necessarie per decretare le 50 semifinaliste.

Da ora bisogna davvero mettersi in gioco in quanto ci sono in palio 4 fasce che permettono l’accesso diretto tra le super 15 Finaliste della gran serata finale:  SPORT – BEACH – TALENT – MODA

Le giornate successive saranno dedicate a trovare le tre più brave in ognuna di queste categorie e solo la sera della finale sapranno chi verrà selezionata tra le 15 super finaliste.

 

Loro erano emozionate per la grande serata che le attendeva…ma io certo non ero da meno!

Ti dico solo che il giorno prima della finale mi si rompe la fotocamera del cellulare nuovo.

Non puoi capire lo stress incredibile per provare a riparalo e la sfiga di non poter fare stories, foto e tutto quando che per me è normale, indispensabile e bellissimo soprattutto per un’evento così!!!!

Comunque qualche foto sono riuscita a farla, anche perché Giannish mi ha prestato un telefono…grazieee!!!

 

“Le mie prime ore sul palco, me la caverò?” A.N.S.I.A.

Certo un po’ di lezioni di teatro non mi farebbero male, ma ti dirò, mi piaceva essere lì e anche se un paio di nomi li ho sbagliati e mi sono dovuta correggere, anche se ci sono stati attimi inaspettati e non previsti… È STATA UNA FIGATA!

Vero Enzino?

 

È stato un sogno, spero un giorno di avere vicino la mia famiglia ad un’evento del genere, e le mie amicicce che applaudano per me…e chissà che non venga anche Paolo Patria!!!

 

E di questo bell’abito che te ne pare? IO LO ADORO!! Grazie grazie grazie a Gianluca Alibrando per avermi resa bedda nella mia prima serata come Presentatrice!

 

 

Un po’ di presentazioni per chi deciderà di percorrere questa avventura:

 

Rosaria De Simone, la “mamma” di Miss Mondo Italia che non farà mai mancare nulla a nessuna ragazza, partendo dalla bottiglietta d’acqua sempre a disposizione ad ogni altra esigenza.

Antonio Marzano, grazie a cui tutto ciò è possibile da anni con organizzazione e disciplina, senza far mancare a noi dello staff una buona bottiglia di vino sul tavolo, che fa sempre molto piacere 😏

E poi c’è la Patry, Patrizia Frangella, la mia compagna di viaggio da Roma nel lunghissimo viaggio da Pietra Ligure a Gallipoli 😂 In due siamo riuscite a riempire una Kuga, altro che Telma e Louise!

Danilo, so che non ti offenderai se ho messo prima Patry, perché anche tu la ami come me 😂 Comunque Danilo Marzano è colui che si occupa della comunicazione “giovane”, Dirette Streaming, Facebook, Instagram, il mio capo praticamente 😅

Tutto ciò però non sarebbe però possibile senza Daniele Pignatelli, VideoMaker con la V maiuscola che aiuta me in primos a parlare in camera in modo naturale, a non ripetere 40’000 volte “un sacco, sacco sacco sacco” ed altre parole che non hanno molto senso e creare così video sensati. Questo ragazzo ha mooooolta pazienza ed alrettanto talento!

Quest’anno è stato appoggiato dal suo apprendista stregone Giannish e da Gianni detto il Barba, bravissimo fonico che soprattutto ha portato il gioco “del baffo” nelle nostre sere così da ravvivarle decisamente!

La Tere, pietra miliare di Miss Mondo Italia, stilosa come nessuna, introversa, ma affettuosa come un Koalino! Ti voglio un bene dell’anima Tereee!!!

Lei si becca tutte le commissioni possibili delle ragazze in linea di massima, insieme alla super Stefy, perfetta organizzatrice di feste a sorpresa 😂

Ed arriva anche il nostro DJ Leonardo de Paolis, che qui mette da parte la consolle per aiutare nell’organizzazione! 😎 Mentre il nostro Omar renderizza.

 

Per saperne di più leggi anche la prima lettera a Miss Mondo Italia che ho scritto appena finita la mia prima esperienza a Gallipoli.

—-> I ragazzi della 504

 

 

Per me Miss Mondo Italia è:

Persone meravigliose che creano un’iniziativa importante, attraverso la bellezza si unisce il mondo!

 

 

Bè ragazze, per stasera ho detto tutto, ci vediamo a Bologna questa Domenica 10 Dicembre ❤️ insieme a FANEP Onlus per dimostrare che la bellezza non si misura in taglie, ma in salute!!!!!!

 

Grazie anche a CNA ed Eleonora Stavar.

Una Curvy sul Red Carpet

 

UNA CURVY SUL RED CARPET

73^ MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA

 

 

 

 

Venerdì 9 Settembre, ultimo giorno della prestigiosa Mostra del Cinema di Venezia.

 

Oggi tocca  a me!

Sono Laura Brioschi, modella Cuvy ed ho avuto la fortuna di attraversare il Red Carpet. 

Come ho fatto? Ero al posto giusto nel momento giusto, con le persone giuste! Grazie Tiziano Cavaliere e Simone Ruggeri della Bros Group, Caremoli&Ruggeri

 

La fortuna e l’emozione di passeggiare sullo stesso tappeto dei grandi del Cinema è qualcosa di imparagonabile ad ogni altra esperienza fatta.

Un brivido di vita.

 

Per l’occasione ho indossato un abito di ispirazione retrò firmato Marina Rinaldi.   Spalle scoperte e linee avvolgenti che disegnano le curve con grazia.

Moltissimi gli outfit che hanno sfilato su questa passerella, li sto raccogliendo per mettere insieme i miei preferiti, poi sarò curiosa del tuo parere!

 

Nei prossimi articoli il “Gran Galà ARTE – CINEMA – IMPRESA creato dalla Fondazione Mazzoleni” per premiare le eccellenze Italiane.

La serata condotta da Cristina Buccino e Max Brigante nello splendido scenario di Cà Sagredo Hotel e che ha visto salite sul palco Kepp ME Jewels, Benheart, Gigi Mastrangelo, Ludmilla Radchenko.

 

Dopodichè INTERVISTE per la Bros Group e Caremoli e Ruggieri, oltre ai premi eccellenza, bellezze come Gracia del Torres e Lucia Javorcekova.

 

Non ti resta che continuare a curiosare!

Tutte le foto sulla mia pagina Facebook —->       LoveCurvy by LauraBrioschi 

 

 

bros-group-una-curvy-sul-red-carpet-di-venezia-mostra-del-cinema-2016

una curvy a venezia - Love Curvy - Laura Brioschi - Modella Curvy -Venezia - cinema di venezia - mostra del cinema 2016 - red carpet - curvy red carpet una curvy a venezia - marina rinaldi Love Curvy - Laura Brioschi - Modella Curvy -Venezia - cinema di venezia - mostra del cinema 2016 - red carpet - curvy red carpet (1) marina rinaldi - red carpet - venezia - love curvy cristina buccino - inerview - Love Curvy - Laura Brioschi - Modella Curvy -Venezia - cinema di venezia - mostra del cinema 2016 - red carpet - curvy red carpet (1) keep me - Love Curvy - Laura Brioschi - Modella Curvy -Venezia - cinema di venezia - mostra del cinema 2016 - red carpet - curvy red carpet (1) Love Curvy - Laura Brioschi - Modella Curvy -Venezia - cinema di venezia - mostra del cinema 2016 - red carpet - curvy red carpet (1) tommaso barletta photo - love curvy - venezia

img_1365 img_1432 img_1447 img_1449cristina buccino - sorelle buccino - gracia del torres - laura brioschi - una curvy a venezia

 

love-curvy-red-carpet-venezia-laura-brioschi-mostra-del-cinema-curvy-2 love-curvy-red-carpet-venezia-laura-brioschi-mostra-del-cinema-curvy-1 love-curvy-red-carpet-venezia-laura-brioschi-mostra-del-cinema-curvy-3

Tutte le foto sulla mia pagina Facebook —->       LoveCurvy by LauraBrioschi

 

Che emozione il red carpet!

 

Grazie Tiziano Cavaliere e Simone Ruggeri 😉

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Intervista per GLAMUR

GLAMUR

del 3 Dicembre 2015

Una giornata a tutta forza con le taglie “forti”

Siamo andati alla sfilata-evento della collezione Fall 2016 di Persona by Marina Rinaldi. Tema: il cerchio. E tante modelle curvy che ci hanno dato una bella lezione di styling, ma anche di vita (alla faccia della dieta)

Alessandra Pellegrino

 

Qualche settimana fa, il grande capo mi chiede di andare in trasferta, direzione Reggio Emilia. Obiettivo: un reportage sulla sfilata-evento di Persona by Marina Rinaldi Fall 2016. La prima cosa che penso (oltre alla scorpacciata di tortelli e di erbazzone) è che finalmente, in backstage tra le modelle taglie forti, con la mia silhouette 38 mi sentirò una strafiga. Mi illudevo, perché non è andata proprio così.

Partiamo dall’inizio. Arrivo a Reggio, mi precipito a pranzo alla Foresteria Marina Rinaldi con la stampa internazionale – venuta appositamente da tutto il mondo per l’evento -, mangio la qualunque (tanto sono tutte XL, che problema c’è), intervisto Lynne Webber, managing director del brand (prossimamente online su questi schermi) e poi, bella satolla, subito dopo pranzo rotolo letteralmente in location, con la leggerezza di un cucciolo di panda.
Arrivo alla Fonderia dell’Aterballetto di Reggio Emilia, un luogo carico di eco legate al territorio e alla matrice artigiana e successivamente industriale del Gruppo MaxMara. Qui andrà in scena uno spettacolo ideato dalla compagnia teatrale “Mamino”, e successivamente il fashion show.
Le modelle sono al trucco. Sono in tutto dodici, italiane e straniere.

Accalappio la statuaria e biondissima Laura Brioschi, è alta 1 metro e 80, ha anche un suo blog, lovecurvy.com, i suoi occhi azzurri tolgono il fiato e porta una bella 48 di cui va molto fiera. Arriva da Pietra Ligure, fa la modella curvy da quando aveva diciotto anni (ora ne ha 26). «Ho sofferto di bulimia per parecchi anni», racconta. «Mi stavo facendo troppo male, e dimagrire non cambiava il mondo, non serviva a niente. Così mi sono detta “curvy is not a crime”, voglio accettarmi, migliorarmi, amarmi. E’ difficile togliersi dalla testa certe cose: la società ci impone degli status a volte irraggiungibili, ed essere grassi non è contemplato. Ma io sono così, e quello che posso fare è tonificarmi, fare allenamento, ma non voglio cambiarmi i connotati, oggi mi sento bella così». E in effetti, è bellissima. E il suo fidanzato è ancora più bello. «Per “mascherare” i difetti indosso abitini ad “A”, perché ho la vita molto stretta, e poi le spalle scoperte sono un trucco per sentirmi supersexy. Basta un reggiseno tattico senza spalline e il gioco è fatto. Oggi ce ne sono di eccezionali, anche per le formose come me». Laura è una forza della natura. Ha mille progetti, il lavoro di modella, il suo blog, l’amore, la vita insomma.

 

Passiamo oltre. Individuo Sara (Ghazanfareeon), ha 18 anni, degli occhi incredibili (è per metà persiana, metà svedese, provate a immaginare) e porta la 42 (anche se a me sembra più abbondante). Il suo mito è Gisele Bundchen. Ti piace vincere facile, penso. «Se voglio sentirmi bellissima indosso un abitino nero e tacchi alti. Come fanno tutte le donne, no? Magari aggiungo il tocco eccentrico di un gilet fur, mentre sul make-up mi mantengo molto light. Trucco naturale e tanto mascara», continua. «Il fatto che io abbia come punto di riferimento una modella skinny come Gisele, non vuol dire che io non sia consapevole delle mie forme o, peggio ancora, che non le ami. Tutt’altro. Faccio quello che mi fa sentire bene: mangio, ammiro una top “con gli attributi” e professionalmente eccezionale, e al tempo stesso so che io, con la mia taglia 42, sono quella che rappresenta la maggior parte delle donne. Un consiglio? Non cercate di rappresentare qualcosa che non è raggiungibile, mangiate e siate felici». E va bene, la piccola Sara mi ha dato la sua lezioncina.

E non è la sola. Con lei ci sono Margherita (Marin, 26 anni) ed Erica (Tota, 24), che non si vergognano di dirti «Ho il sedere grosso, ma poi il mio punto debole è diventato il mio punto di forza», e sottolineano che loro sono dei “femminoni” come dicono a Napoli. «Questo lavoro ti fa sentire bellissima, ti dà sicurezza, e ci sentiamo più felici». Insomma, queste ragazze mi stanno dando una bella lezioncina di autostima. Ma il colpo di grazia me lo dà Aglaë Dreyer, arriva da Londra, ma ha vissuto per anni a New York, dove sfilava come skinny model nella sua taglia 36. «Ero esausta, ero sempre troppo formosa, non ero mai abbastanza magra, dovevo mantenere degli standard di peso e a un certo punto ho detto basta e ho mollato il colpo, ho scelto di essere felice», mi dice sorridendo. Caspita. «A un certo punto è scoppiato il boom delle taglie forti e il mio agente mi ha richiamata: è stato tutto naturale, sono finita anche sulla copertina di Marie Claire Francia 3 anni fa». Ma come si fa a sentirsi sexy anche plus size? «E’ molto più facile di quanto pensi: è un feeeling, puoi esserlo anche con una T-shirt e un abitino, oppure lasciando un pochino di pelle scoperta, effetto vedo-non-vedo», mi dice mentre indossa una tuta nera ed è effettivamente super sensuale. Ma non ti vengono mai dei momenti down pensando al passato, oppure che ne so, dei cali di autostima? «Sai, la vita è difficile sempre e comunque, e ci mette alla prova in ogni momento. La pressione la puoi vincere solo liberandoti. Io ho liberato il mio corpo, l’ho fatto uscire dagli schemi e adesso sono me stessa. Non c’è niente di meglio. Non devi essere la più bella persona al mondo, devi essere felice. E una volta che ci riesci, non torni più indietro». Mi sembra di essere a una seduta di psicoterapia. E la terapeuta Aglaë elargisce anche dei trucchi pratici: «Quando sei triste, prendi della crema idratante e spalmala su tutto il corpo: io lo faccio sempre e mi sento subito stupenda». Sto prendendo letteralmente appunti. 

Testo

Poi, tra uno scatto rubato e tanta autoironia “Dai che non ci stiamo tutte nella foto, siamo XXL!”  (mi dicono divertite mentre le sto immortalando), ecco che incontro Nina (Uhl), taglia 44, arriva da Monaco. «Il mio punto di forza? Le gambe, mi alleno tantissimo per essere tonificata». Lei si piace. Un tempo anche lei sfilava e pesava 25 kg in meno ma anche lei ha smesso di combattere con il peso, e ha deciso di amarsi così com’è. «Bisogna andare oltre i nostri limiti, che siano fisici o meno. Nessuno è perfetto, nemmeno le modelle. Se tutti lavorassimo su questo, e iniziassimo a pensare in modo diverso, probabilmente saremmo più felici».
Mi sento una stupida superficiale fashionista. Quasi mi vergogno della mia taglia 38. Lascio il backstage dove le curvy girls si stanno cambiando, e mi dirigo nella prima sala: qui in un grande ring circolare in ferro bluette, c’è un tappeto rotondo dove possiamo toccare e osservare ogni pezzo della collezione Persona by Marina Rinaldi. Ma la circolarità, quell’”Around Me” che è il concetto chiave della sfilata-evento, non si ferma qui. Perché è proprio all’interno di questo tondo che si muovono sei attori della compagnia “Mamino” di Reggio Emilia che mettono in scena un racconto-performance che parla di donne mobili, libere, fluide, rotonde in ogni senso. L’attrice protagonista è fenomenale, quasi mi commuovo, specie sul finale, quando dice: «Fregatene di come ti guardano, puoi essere quello che vuoi».

Ci spostiamo poi nel secondo cerchio, che ci raccoglie attorno a una pedana centrale per lo show, che viene aperto dalla performance di una danzatrice. Eccole che arrivano: le modelle replicano nei movimenti e nella fluidità della presentazione, il concetto base della dell’idea di donna secondo Persona by Marina Rinaldi, che incarna la femminilità concepita come costante generatrice del nuovo. In passerella, capi confortevoli, easy, ma cool. Denim e lana, coat ultracolorati, parka da portare con abitini plissé in jersey di microrete, cappottini in tweed di maglia e pantaloni jacquard leggermente svasati. Eleganza, casualwear e ironia: c’è di tutto e il contrario di tutto in questa collezione davvero vastissima, che ha un claim preciso: “Everywhere, Anyway, Express Yourself!”.

E sono sicura che le curvy top che ho conosciuto oggi, hanno fatto di questo claim il loro mantra quotidiano. Le rivedo dopo. Felici, chiacchierano, mangiano e bevono tra un selfie e l’altro. Sorridono. Forse queste donnone qui hanno scoperto il segreto della felicità. Boteriane, burrose, hanno adottato la filosofia del “tondo”. Perché alla fine, si sa, è tutto un cerchio. Proprio come la vita.

 

Alessandra Pellegrino

 

Topic

Come sono diventata Modella Curvy: La Mia Storia

Modella_Curvy_Laura_Brioschi
ElenaMirò-Lovecurvy-LauraBrioschi
LoveCurvy-LauraBrioschi-ElenaMirò-MilanoFashionWeek-2009

In questo articolo ti racconto come ha fatto una ragazza normale a diventare Modella Curvy.

Il mio punto debole è diventato il mio punto di forza!

 

   ♦ COME HO INIZIATO

“Ho 18 anni, sono una ragazza di 180 cm, viso carino e da sempre qualche chilo in più.

Vivo a Pietra Ligure e al momento lavoro in una tabaccheria, non so cosa sarò da grande.

Capita talvolta che mi dicano << Dovresti fare la Modella, partecipare a Miss Italia, ecc >>

Mi chiedo se mi hanno vista bene, ragazze come me non se ne vedono sulle passerelle!

 

 

LauraBrioschi-LoveCurvy-ElenaMirò
LoveCurvy-LauraBrioschi-ElenaMirò-MilanoFashionWeek-2011

 

 

 

 

Poi, uno di quei  giorni in cui mi sento “Wonder Woman” decido di provare il grande colpo.

Mi ricordai che mia madre si serviva in un negozio con capi appositi dalla 46 in su dove c’erano manifesti con modelle bellissime.

Digito allora su internet “Taglie Forti Italia”, per scoprire quali sono i marchi del settore e mando una mail, con delle terribili foto da cellulare, agli indirizzi che trovo.”

 

 

Fortuna vuole che in quel periodo si teneva il concorso organizzato ogni anno da “Ciao Magre” (purtroppo ad oggi non più esistente).

 

Su 800 ragaze presenti quell’Ottobre di sei anni fa, fui io ad essere scelta per sfilare per uno dei capisaldi della moda Curvy Italiana,
ELENA MIRO‘.

Dire che ero emozionata è poco, ancora non sembrava vero.

 

Elena-Mirò-LoveCurvy-Laura-Brioschi-2012
LauraBrioschi-LoveCurvy-ElenaMirò-MilanoFashionWeek-2012

 

In pochi mesi un personale molto qualificato, nello specifico  la grande Liliana Rolando,

oggi in meritata pensione, mi preparò al grande evento: “Milano Fashion Week 2009

 

http://www.fashionitaly.com/index/2009/02/25/laura-brioschi-la-nuova-stella-elena-miro/

 

Da allora ho collaborato con molte Aziende Curvy, realizzato svariati Cataloghi e Campagne Pubblicitarie e non ho intenzione di smettere!

 

 

 

 

 

 

Per ogni domanda ci sono risposte, quindi non esitare a pormele!

La tua amica Curvy,

<

p style=”text-align: center;”>Laura Brioschi